farmaci dolori articolari pancia gonfia

Cipolle rosse. Contengono antiossidanti, che combattono lo stress ossidativo, e altre sostanze sulfuree (contenenti, cioè, zolfo) con specifiche proprietà antibiotiche e antinfiammatorie.

Mirtilli. Sono ricchi di polifenoli come le antocianine dall’attività antinfiammatoria.

Ribes nero. Grazie soprattutto alle proantocianidne, questa pianta ha efficaci proprietà antifiammatorie paragonabili ad alcuni farmaci di sintesi; a differenza di questi, non provoca, però, danni allo stomaco.

Curcuma. Come altre spezie (ad esempio, zenzero e curry), ha un’attività antinfiammatoria sovrapponibile a quella di alcuni farmaci steroidei, ma senza alcun effetto collaterale associato. Presso diverse popolazioni è considerato un alimento più pregiato dell’oro, grazie alla capacità di purificare il sangue, proteggere il fegato e ostacolare lo sviluppo di alcuni tipi di tumore.

Noci. Ricche di acidi grassi omega-3, esplicano (insieme alla frutta secca in genere) un’importante azione antinfiammatoria. Bisogna comunque consumarle con moderazione per via dell’elevato apporto calorico.

Tè verde. Contiene un particolare polifenolo, con sigla Ecgc, che inibisce l’azione di un gene per la produzione dell’inteleuchina-8, molecola coinvolta nel processo infiammatorio.

Alimenti che favoriscono l’insorgere dello stato infiammatorio.

Esattamente come esistono alimenti antinfiammatori, ne esistono di pro-infiammatori.

Si tratta principalmente di prodotti di origine animale: la carne in primo luogo, ma anche le uova e il formaggio. Contengono, infatti, alte quantità di acido arachidonico, un precursore delle molecole infiammatorie.

Inoltre, il pericolo è maggiore negli alimenti trattati e con nitriti, generalmente usati per l’azione antisettica, ma che provocano un aumento dei fattori dell’infiammazione nel sangue. Sono, dunque, da evitare tutti i cibi che contengono additivi, come merendine, snack e vari prodotti a lunga conservazione.

Ma non finisce qui! Ci sono anche alcuni vegetali freschi che andrebbero utilizzati con parsimonia: si tratta di melanzane, peperoni, patate e altri prodotti appartenenti alla famiglia delle Solanacee. Questo gruppo di vegetali contiene, infatti, una sostanza chiamata alcaloide solanina che può causare un peggioramento dello stato infiammatorio e l’insorgere del dolore.

Nel corso degli anni l’agopuntura mi ha consentito di curare con successo molti pazienti, che per lo più erano giunti da me dopo aver sperimentato varie terapie, senza risultati apprezzabili.

Nella maggior parte dei casi mi sono trovato di fronte a problemi ortopedici con dolore severo ed importanti limitazioni dei movimenti.

Laddove hanno fallito i farmaci antidolorifici ed antinfiammatori, le fisioterapia, le infiltrazioni, l’osteopatia… l’agopuntura si dimostra invece efficace. PERCHE’?

Perchè la sua azione racchiude quella di tutti gli altri trattamenti:

Antidolorifica, attraverso il blocco degli impulsi nervosi dolorifici, ed il rilascio di sostanze simili alla morfina, le endorfine Antinfiammatoria. La stimolazione agopunturale fa produrre al nostro organismo il cortisolo, che è un potentissimo antinfiammatorio Rilassamento della muscolatura, con risoluzione delle tensioni e delle contratture muscolari Miglioramento della circolazione del sangue, con aumento del nutrimento e dell’ossigenazione dei tessuti, che diventano più elastici, più robusti e più forti. Aumenta la forza muscolare. Miglioramento della circolazione linfatica, con risoluzione dell’edema, cioè del ristagno di liquido nei tessuti Correzione delle alterazioni della postura Recupero dei normali movimenti.

dolori schiena rimedi naturali per dimagrire piu

NÃO PARE AGORA. TEM MAIS DEPOIS DA PUBLICIDADE;)

NÃO PARE AGORA. TEM MAIS DEPOIS DA PUBLICIDADE;)

Últimas perguntas sobre Artrose.

Sintomas.

Sintomas de Artrose.

A artrose é uma doença das articulações. Ao contrário de muitas outras formas de artrite, tais como artrite reumatoide e lúpus sistémico, a artrose não afeta outros órgãos do corpo.

O sintoma mais comum da artrose é a dor nas articulações afetadas. A dor articular geralmente piora no final do dia Inchaço, calor, rangidos e limitação dos movimentos nas articulações afetadas também são sintomas comuns Rigidez articular também pode ocorrer após longos períodos de inatividade, por exemplo, quando o indivíduo permanece sentado em uma cadeira.

A intensidade dos sintomas da artrose varia muito de paciente para paciente. Alguns pacientes podem ficar debilitados por seus sintomas. Por outro lado, outros podem ter poucos sintomas, apesar de degeneração das articulações observada na radiografia. Os sintomas também podem ser intermitentes. Não é incomum para os pacientes com artrose das mãos e dos joelhos passar anos sem apresentar sintomas.

DIETA VEGETARIANA E ARTRITE REUMATOIDE.

Uno studio recente ha dimostrato che una dieta vegetariana stretta, senza glutine e latte e derivati, migliora nettamente i sintomi dell’artrite reumatoide e si accompagna a una netta riduzione dell’attività anticorpale contro gli antigeni contenuti nel glutine e nel latte.

Il gruppo svedese, del Karolinska Institute di Stoccolma, sede dello studio, dimostra che il 40 per cento dei pazienti a dieta vegetariana stretta (senza glutine e latte), comparato con il gruppo a dieta normale, mostra un significativo miglioramento dei sintomi di artrite reumatoide.

La ragione di ciò, a parere di questi studiosi, è precisa:. questo beneficio può essere correlato a una riduzione della immunoreattività agli antigeni del cibo eliminato con il cambio di dieta..

OLIO DI PESCE, DI LINO E DI SESAMO E ARTRITE REUMATOIDE.

Sul piano clinico, gli effetti positivi della supplementazione di olio di pesce nella artrite reumatoide sono stati dimostrati in almeno 11 studi controllati in doppio cieco con placebo.

In questi studi, si è registrato un miglior controllo della sintomatologia con una quantità minore di farmaci antinfiammatori.

Altri studi sperimentali hanno documentato che l’uso di olio di lino e di olio di sesamo hanno un medesimo effetto antinfiammatorio, riducendo la produzione di sostanze come il TNF-á (fattore di necrosi tumorale alfa). Quest’ultimo, lo ricordiamo, è il principale bersaglio del farmaco più innovativo fino ad ora mai prodotto nella terapia dell’artrite reumatoide. In questo senso, quindi, il regime dietetico funziona come un farmaco. 05-03-2006.

mal di schiena e mal di gambel quail

L'Artrosi dell'Anca - Le Patologie Interconnesse - I Trattamenti Evoluti.

Dentro vi trovete tutte le utili informazioni.

Nel sito troverete inoltre:

L'Esperto risponde un servizio via mail per rispondere alle vostre domande.

Approfondimenti e domande dei pazienti (è la sezione a destra) vi inseriamo continui approfondimenti e le risposte alle vostre domande più frequenti.

mal di spalle e schiena curvage

Artrosi nel Cane Cure Naturali Rimedi Cause e Prevenzione.

Artrosi nel Cane e Naturopatia Olistica.

L’ Artrosi nel Cane è una malattia degenerativa cronica a carattere infiammatorio che dalle stime veterinarie, risulta per lo più inesistente tra i canidi selvatici.

Artrosi nel Cane Cure Naturali Rimedi Cause e Prevenzione.

La causa principale che contribuisce a mantenere l’organismo in uno stato flogistico permanente e che caratterizza l’Artrosi nel Cane, è soprattutto dovuta dall’inquinamento quotidiano causato da mangimi industriali conservati, che favoriscono le infiammazioni dei tessuti e il deposito di tossine. Anche l’uso massiccio di farmaci e vaccini, inquina il terreno e precipita nel CAOS il Sistema Immunitario.

La Naturopatia Olistica dispone di mezzi efficaci per la guarigione da questa patologia, utilizzando tecniche e terapie naturali. In particolar modo l’attenzione è rivolta all’ alimentazione che deve essere fresca, naturale e di qualità garantita. Con determinati accorgimenti si evita di intossicare i Cani con antinfiammatori, cortisonici e antidolorifici che, come è noto, sono farmaci pieni effetti collaterali… che accorciano la vita.

I sintomi di Artrosi nel Cane I Cani con problemi articolari manifestano: un rifiuto graduale a fare movimento fisico come correre o giocare e a saltare. Anche quando è a riposo il Cane cambia posizione a fatica, quando cerca una posizione per dormire o quando vuole alzarsi fino a manifestare una certa zoppia a freddo. A volte a causa del dolore, un Cane che soffre di artrite, può diventare un po’ aggressivo quando lo si tocca. I sintomi si aggravano col freddo e con l’umidità, o con particolari sforzi fisici. Ad un certo punto può anche sopravvenire il blocco della articolazione che impedisce il movimento fino ad annullarlo completamente.

dolori schiena rimedi naturali per dimagrire piu

AJO: Impide el desarrollo de muchos microorganismos. Actúa como antiinflamatorio natural. El efecto se debe a su esencia sulfurada, que se difunde fácilmente por todos los tejidos del organismo. Además equilibra la flora intestinal y estimula las defensas naturales.

CEBOLLA: Posee una acción alcalinizante de la sangre, lo que permite un aumento de la orina facilitando la eliminación de desecho de toxinas y la no-acumulación de ácido úrico. Son muchas sus atribuciones, comenzando por su poder antibiótico, sus propiedades circulatorias por su alto contenido en flavonoides que impiden la formación de coágulos; su capacidad de eliminar los ácidos grasos de la sangre, por ejemplo los triglicéridos. Posee los siguientes elementos: Fibra (1,80 g). Vitamina B1 (0,042 mg). B2 (0,020 mg). B6 (0,116 mg). E (0,130 mg); C (6,40 mg); Niacina (0,431 mg). Folatos (19,0 mcg). Calcio (20,0 mg); Fósforo (33,0 mg); Magnesio (10,0 mg); Hierro (0,220 mg); Potasio (157 mg) y Zinc (0,190 mg)

ESPARRAGOS: Son recomendables debido a su contenido en vitaminas del grupo B: B1 (0,140 mg); B2 (0,128 mg); B6 (0,131 mg); Vitamina A (58,0 mcg); Niacina (1,54 mg); Folatos (128 mcg); Vitamina C (13,2 mg); E (2,00 mg); Calcio (21,0 mg); Fósforo (56,0 mg); Magnesio (18,0 mg); Hierro (0,870 mg); Zinc (0,460 mg) y sobre todo son ricos en Potasio (273 mg) Por otra parte son un excelente diurético lo que le confiere propiedades depurativas, estimulando la producción de orina y facilitando la eliminación de sustancias de desecho como el ácido úrico.

ALCACHOFA: No hay más remedio que recomendar la alcachofa debido a sus muchas propiedades entre las que destacan la depuración del hígado y la vesícula biliar, que le confieren una función desintoxicante. Su contenido en Cinarina que provoca un aumento de la diuresis, con la consiguiente concentración de urea en la orina. Posee además Cinarosidos, que es un glucósido flavonoide derivado de la luteolina, dotado de una acción antiinflamatoria. En lo que respecta a su composición no es nada desechable; posee vitamina A (18,0 mcg); B1 (0,072 mg); B2 (0,066 mg); Niacina (1,05 mg); Folatos (68 mcg); Vitamina C (11,7 mg); E (0,190 mg); Calcio (44,0 mg); Fósforo (90,0 mg); Magnesio (60 mg); Hierro (1,28 mg); Zinc (0,490 mg); pero destaca lo que más en Potasio (370 mg)

COLES: Son especialmente ricas en beta-caroteno (provitamina A) (13,0 mcg) y vitamina C (32,2 mg), aunque contienen también cantidades significativas de vitamina B1 (0,050 mg); B2 (0,040 mg); B6 (0,096 mg); E (0,105 mg); Calcio (47,0 mg). En cuanto a minerales y oligoelementos, son ricas en potasio (246 mg) y muy bajas en sodio (18,0 mg); Contienen una notable cantidad de calcio, que es especialmente bien absorbido por el organismo, por lo que constituyen un alimento a tener en cuenta en los casos en que además la persona sufra de osteoporosis. Son así mismo ricas en Fósforo (23,0 mg); Hierro (0,590 mg) y Magnesio (15 mg), así como una gran variedad de oligoelementos, entre los que destaca el azufre. Su elevado contenido en potasio las hace recomendables ya que estimulan la producción de orina facilitando la desintoxicación del organismo y la eliminación de sustancias de desecho como el ácido úrico. Por otra parte su riqueza en vitamina C, que actúa como un excelente antioxidante, apoyan la idea del consumo de coles en casos de enfermedades degenerativa.

COLIFLOR: La coliflor es muy rica en sustancias anticancerígenas pertenecientes al grupo de los elementos fitoquímicos. Sus aplicaciones medicinales son muy variadas, desde afecciones del aparato digestivo, afecciones cardiocirculatorias, diabetes y afecciones cancerosas. Pero en el caso que nos ocupa, la importancia de su consumo radica en que la col actúa como un buen diurético y un excelente depurativo, facilitando la eliminación de sustancias de desecho por la orina, como la urea o el ácido úrico. Además contiene los siguientes elementos: Fibra (2,50 gramos); Vitamina A (2,00 mcg); B1 (0,057 mg); B2 (0,063 mg); B6 (0,222 mg); C (46,4 mg); E (0,040 mg); Niacina (0,959 mg); Folatos (57,0 mcg); Calcio (22,0 mg); Fósforo (44,0 mg); Magnesio (15,0 mg); Hierro (0,440 mg); Potasio (303 mg) y Zinc (0,280 mg)

FRUTOS CÍTRICOS: Los frutos cítricos como la naranja, la mandarina y el limón, resultan especialmente recomendables en caso de infección, pues aportan vitaminas antioxidantes como la C y el beta-caroteno o provitamina A, que favorecen el buen funcionamiento del sistema inmunitario.

LIMÓN: El limón destaca por el conjunto de sus propiedades: Antioxidante; protector capilar; anticancerígeno; antianémico; fluidificante de la sangre y depurativo. En la composición del limón destaca ante todo la vitamina C (53,0 mg); Vitamina A (3,00 mcg); B1 (0,040 mg); B2 (0,020 mg); Niacina (0,100 mg); B6 (0,080 mg); Folatos (10,6 mcg); Vitamina E (0,240 mg); Calcio (26,0 mg); Fósforo (16,0 mg); Magnesio (8,00 mg); Hierro (0,600 mg); Potasio (138 mg) y Zinc (0,060 mg). Todo ello hace del limón el complemento ideal para aumentar las defensas del organismo y luchar contra las infecciones. Su uso conviene a todo tipo de enfermedades infecciosas, ya sean víricas o bacterianas, por lo tanto el consumo del limón está muy recomendado en enfermedades degenerativas y crónicas.

Struvite e carbonato apatite o urato di ammonio.

Fosfato di calcio.

URETROSCOPIA: tramite una piccola sonda inserita per via uretrale il medico raggiunge ed esamina il calcolo frantumandolo con ultrasuoni o raggio laser.

LITROTISSIA RENALE PERCUTANEA: procedimento invasivo che consiste nel frantumare il calcolo ed estrarne i frammenti tramite uno strumento inserito attraverso un piccolo foro effettuato nel fianco.

TRATTAMENTO CHIRURGICO: si rende necessario nei casi estremi o qualora le precedenti tecniche abbiano dato scarsi risultati.

Nel caso vi sia una predisposizione a calcoli renali di origine calcica, mista (ossalico-calcica) e soprattutto urica (accumulo di acido urico) vanno limitati tutti quegli alimenti ricchi di purine come: acciughe, aringhe, sardine, crostacei, fegato, animelle, rognoni, cuore, selvaggina, oche e piccioni. Va invece incoraggiata l'assunzione di alcalinizzanti urinari come il citrato di potassio o il bicarbonato di sodio.

rimedi lombalgia cid 10

I want all my lost access yahoo account 'delete'; Requesting supporter for these old account deletion; 'except' my Newest yahoo account this Account don't delete! Because I don't want it interfering my online 'gamble' /games/business/data/ Activity, because the computer/security program might 'scure' my Information and detect theres other account; then secure online activities/ business securing from my suspicion because of my other account existing will make the security program be 'Suspicious' until I'm 'secure'; and if I'm gambling online 'Depositing' then I need those account 'delete' because the insecurity 'Suspicioun' will program the casino game 'Programs' securities' to be… more.

ernia del disco toracica sintomi celiachia sintomi.

Non è solo la tossicità presente nel cibo industrializzato (poche sostanze nutrizionali rimaste e l'aggiunta di vari elementi nocivi, come i coloranti, ecc.) a creare problemi, ma anche l’eccessiva assunzione di cibi, infatti, l’eccesso di proteine e carboidrati impegna il fegato a trasformare l’eccesso di cibo in sottoprodotti tossici, in forma di azoto inutilizzato (urea), la cui espulsione può gravare fortemente sui reni, salvo che non si beva moltissima acqua che aiuta a eliminarli!

L’urea, o acidi urici, rimangono quindi nel sangue o si agglomerano notevolmente, con un conseguente accumulo di materiali tossici nelle piccole articolazioni, irritandole. Spesso un cane o un gatto intossicato presenta dolori muscolari e articolari con rigidità nei movimenti e processi artitici e artrosici a carico della colonna vertebrale. La medicina ufficiale, attraverso l’uso di antinfiammatori, provoca il blocco di queste tossine nel distretto articolare con la cronicizzazione e l’evoluzione degenerativa della malattia.

Tuttavia, quando il materiale di rifiuto è molto, gli organi preposti per l’eliminazione (intestini, reni, polmoni, pelle), sotto carico, possono rallentare la loro funzionalità fino a bloccarsi. Gli accumuli di questi rifiuti vengono depositati sotto forma di grasso, di calcio (calcoli), di placca (nelle arterie e sui denti), muco, feci indurite che vengono trattenute negli intestini, tumori, cisti e acqua. A questo punto il nostro sistema immunitario, che è quell’insieme di attività incaricate a difendere l’organismo dagli attacchi nocivi, deve entrare in azione per cercare di eliminare questi prodotti di rifiuto. Per farlo scatena, ad esempio, un raffreddore o una tosse umida, cercando così di eliminare i depositi di muco accumulati.

La disintossicazione aiuta a purificare e ad alcalinizzare il sangue. Per disintossicare un cane o un gatto la prima cosa e ridurre le kilocalorie con una modificazione delle abitudini alimentari, passando a un cibo naturale ricco di antiossidanti vitamine e oligoelementi con aggiunta di drenanti epato renali per favorire l’eliminazione di rifiuti tossici, ripristinare la flora intestinale con probiotici e prebiotici. Pulizia intestinale con l’eliminazione di muco intestinale (il muco è impregnato di tossine), eventualmente con l’aggiunta di enzimi digestivi per favorire una migliore assimilazione degli alimenti e riduzione di fermentazioni intestinali. Favorire l’eliminazione di tossine attraverso la pelle con bagni medicati e frizioni con massaggi.

La medicina olistica veterinaria si occupa di eliminare e smuovere queste tossine, favorendo la loro eliminazione attraverso gli organi emuntori che sono la pelle, il fegato, il rene, l’intestino e l’apparato respiratorio attraverso le secrezioni e la mucosità. In campo veterinario spesso si fa uso di acidificanti per ridurre l’insorgenza di calcolosi da struvite, specie nel gatto, compromettendo cosi lo stato di salute generale: è una delle tante contraddizioni della medicina tradizionale che per combattere una malattia ne crea una molto più grave.

INTOSSICAZIONE E TUMORI NEL CANE.

Le conseguenze dell’inquinamento ambientale, l’utilizzo di pesticidi così come di additivi nell’industria alimentare, non devono essere sottovalutate. Il problema, infatti, sta nella quotidiana, anche se solo in piccole quantità, assunzione di sostanze nocive attraverso l’alimentazione, l’acqua e l’aria che si respira nelle citta; tali sostanze, col tempo, sovraccaricano gli organi emuntori: fegato, stomaco e intestino, reni, sistema linfatico e polmoni. Questo crea nell’organismo un ambiente favorevole allo sviluppo di una forma tumorale in grado di progredire grazie anche al derivante squilibrio del sistema immunitario, che non riconosce e distrugge in tempo le cellule cancerogene.

Non solo inizialmente, bensì anche durante la malattia, le tossine svolgono un ruolo fondamentale. La malattia stessa, così come i tratta-menti di radio o chemioterapia, determinano la formazione di sostanze tossiche che affaticano gli organi adibiti ai processi di detossificazione, in particolare fegato e reni, con peggioramento della funzionalità e ristagno delle tossine. Il tutto va ad alterare il funzionamento del sistema immunitario. Contro questo surplus di scorie e tossine, l’organismo reagisce con un esaurimento psico-fisico che influisce negativamente sullo stato di salute generale.