ernia infiammata rimedi sinusite chronique

Trattamenti professionali alternativi.

L’omeopatia è in grado di aiutarti a combattere il dolore senza avere le controindicazioni tipiche dei farmaci classici (consulta sempre un medico omeopata, non fare di testa tua) Un postural trainer o anche un chinesiologo potrà indirizzarvi sulla ginnastica (posturale, propriocettiva, respiratoria, ecc) migliora per il vostro problema cronico (anche in questo caso consultate un professionista, magari con laurea magistrale in scienze e tecniche delle attività motorie preventive ed adattate) Molti trattamenti come i massaggi shiatzu, la’gopuntura o i massaggi faciali e miofasciali possono attenuare il vostro problema in modo piacevole Per ultimo, ma forse il più interessante troviamo il massaggio di riflessologia plantare o di riflessologia integrale, che trattano il vostro problema in modo olistico, ma senza andare a toccare la zona dolorante evitando così anche spiacevoli controindicazioni (è il trattamento più sicuro qui elencato); inoltre sono massaggi molto piacevoli, praticati da moltissimi anni e possono aiutarvi a rilassarvi e a combattere anche i vostri stati di stress intenso Per chi conoscesse i 5 elementi della medicina energetica e i meridiani energetici vi consiglio di trattare i meridiani dell’elemento acqua ( rene e vescica ) e il fegato.

Esercizi fisici per la lombalgia e il mal di schiena.

Come dicevamo prima è importante contattare un esperto di esercizio fisico preventivo ed adattato, ma esistono alcune linee guida da applicare negli esercizi per il dolore lombare.

Una volta finita la fase acuta del dolore potete eseguire alcuni esercizi per evitare altri spiacevoli dolori o in caso di cronicità per alleviarli e tornare a fare le cose come facevate prima.

Non rimanere fermo a letto o sul divano, cerca di muoverti altrimenti i tuoi muscoli della schiena perderanno tono, creandoti ancora più dolore e sarà ancora più difficile rinforzarli in seguito Comincia con po’ di esercizio aerobico, con delle camminata Esegui esercizi di respirazione Esegui dello stretching 2 o 3 volte la settimana ai muscoli della schiena, ai bicipiti femorali, allo psoas, possibilmente eseguiti in catena cinetica chiusa Cerca di rinforzare i muscoli addominali (prima il muscolo trasverso, poi il retto addominale), quelli erettori della schiena e i muscoli quadricipiti (magari il tutto con un plank) I primi esercizi vanno effettuati in posizione seduta, da sdraiati o in quadrupedia Molto importanti sono gli esercizi sul muscolo diaframma, di propriocezione e con gli elastici.

“Oggi l’obiettivo degli specialisti – spiega Grappiolo – è trovare le soluzioni più adatte per il singolo paziente, tenendo conto della sua età e della gravità della situazione. In generale per il trattamento delle patologie degenerative dell’anziano, in buona salute, la soluzione migliore è la protesi, che garantisce efficienza per un numero adeguato di anni. Nel giovane invece vanno considerati, quando possibile, trattamenti alternativi, di chirurgia conservativa. Quest’ultima può essere praticata a cielo aperto oppure con tecnica mininvasiva artroscopia, scegliendo in base ad un algoritmo diagnostico la terapia più adatta”.

Interventi all’avanguardia per prevenire la protesi d’anca in giovane età.

L’ artroscopia d’anca è una tecnica di intervento innovativa che permette di correggere, in modo mininvasivo, le cause di dolore all’anca come il conflitto tra femore e acetabolo che porta alla distruzione della cartilagine. “L’intervento – spiega Grappiolo – prevede 3 piccoli fori di circa 5 millimetri ciascuno per l’accesso di una minuscola video-sonda che permette la visione globale dell’articolazione. In questo modo, il chirurgo è in grado sia di valutare de visu la causa del dolore sia di intervenire per risolverla.

Prima dell’intervento è fondamentale una corretta e precisa diagnosi: in Humanitas disponiamo di artro-risonanza ad alta definizione, esame diagnostico imprescindibile per pianificare un’adeguata correzione e prevedere il risultato dell’intervento.

I tempi di recupero dopo l’intervento in artroscopia sono di circa 2 mesi, e dopo 3-6 mesi è possibile riprendere appieno l’attività agonistica, che invece sarebbe sconsigliata nel caso di sostituzione dell’anca con una protesi”. I benefici per il paziente sono importanti. Innanzitutto la mini-invasività dell’intervento, che comporta cicatrici minime – solo tre piccoli fori sulla pelle per l’inserimento della video sonda – e ridotti tempi di recupero e ritorno alle normali attività quotidiane, perché muscoli e tessuti non vengono recisi durante l’intervento. Inoltre, è possibile risolvere il dolore già in sede di artroscopia e senza necessità di ulteriori interventi. La riabilitazione, infine, è prevista solo in alcuni casi, su indicazione del chirurgo.

7 consigli per allontanare il rischio di artrosi.

evitare il sovrappeso: se sottoposte a un carico di peso eccessivo, le articolazioni vanno incontro a degenerazione progressiva e quindi artrosi. svolgere una moderata attività fisica: le articolazioni, se sollecitate eccessivamente da un’intensa attività sportiva, vanno incontro a usura, soprattutto in presenza di malformazione dell’anca. evitare di danneggiare le articolazioni: dopo i 40 anni, calcio, calcetto, rugby, corsa, anche jogging, e tennis se praticati con frequenza, sono gli sport che più di altri tendono a danneggiare le articolazioni perché richiedono movimenti ripetitivi e prolungati nel tempo. scegliere lo sport giusto: nuoto, bicicletta, golf, camminate anche in montagna, pilates e yoga sono gli sport che mantengono in salute le articolazioni; anche la cyclette e il tapis roulant possono aiutare a mantenersi in forma durante il periodo invernale. evitare la sedentarietà: l’inattività porta all’irrigidimento dell’articolazione con conseguente dolore al movimento. mangiar sano: una dieta sana ricca di vitamine, in particolare A, C, K, B12, omega3, e povera in proteine animali è l’ideale per mantenere sane le articolazioni oltre a ridurre il rischio di sovrappeso. ridurre l’assunzione di alcool, caffè e sale: questa triade riduce l’assorbimento del calcio e favorisce la decalcificazione delle ossa lunghe con aumento del rischio di osteoporosi, artrosi e fratture.

In collaborazione con Redazione Humanitas News.

artrosi alle dita delle mani rimedi cistite idiopatica

Dieta Disintossicante e Depurativa per il Fegato.

Mangiare troppo o mangiare alimenti troppo grassi, fritti o industriali sottopongono il fegato ad un iper lavoro, quindi il corpo si stressa e il fegato va in sovraccarico. Quando il fegato non riesce a smaltire tossine e grassi nella maniera corretta significa che è appesantito.

consigli per mal di schiena esercizi.

Per andare a favorire la disintossicazione del fegato dobbiamo quindi fare attenzione alla nostra alimentazione, tenendo conto dei seguenti punti:

dobbiamo ridurre il consumo di alcol; dobbiamo ridurre l’apporto del colesterolo; non dobbiamo abusare delle proteine; non dobbiamo abusare degli zuccheri e delle calorie; dobbiamo avere il giusto apporto energetico; dobbiamo seguire una dieta ipocalorica; sarebbe opportuno fare tanti piccoli pasti nell’arco della giornata, piuttosto che pochi pasti abbondanti; evitare il consumo di pasti fritti; eliminare il cibo spazzatura.

Apportando queste semplici modifiche alle nostre abitudini alimentari possiamo evitare di sovraccaricare il fegato. Certo è che, oltre a dover seguire una dieta sana ed equilibrata, sarebbe opportuno praticare la giusta attività fisica per favorire un generale stato di salute.

Per evitare di sovraccaricare il fegato, inoltre, sarebbe opportuno seguire i consigli di seguito:

prendi i farmaci che ti sono stati prescritti dal medico, non prendere mai dei medicinali quando non sono realmente necessari; cerca di mantenere il tuo peso corporeo entro i limiti di normalità; assicurati di assumere vitamine e sali minerali nella giusta quantità, soprattutto quando stai seguendo una dieta per perdere peso; evita di assumere diversi farmaci contemporaneamente, a meno che non sia stato il medico a darti queste indicazioni; evita d prendere i farmaci in associazione con delle bevande alcoliche.

SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO.

martedì 30 aprile 2013.

GUARITA DALL'ARTRITE REUMATOIDE CON LA DIETA DEI GRUPPI SANGUIGNI.

23 commenti:

Buongiorno,sono di nuovo io, lei dice che la dieta del dootor mozzi,può essere strampalata e smontata in due minuti. dice " sono più propenso a pensare che le abbiano drasticamente ridotto le proteine animali, oppure i cereali, ecco il motivo del suo netto miglioramento", invece io sono guarita, come molti altri di gruppo 0, mangiando carne e pesce che prima odiavo, ed invece eliminando la frutta che prima amavo. Io non condivido la sua visione di dieta, visto che in passata, provai la strada del vegetariano, e del vegano, pero accetto che molta gente sta bene, fino a quandoa?, seguendo questo tipo di alimentazione. L'unica cosa che non accetto, in ogni caso, negare o denigrare una cosa,senza averla provata. la verità in tasca, come dice anche il dottor Mozzi, non c'è la nessuno, tanto meno io e tanto meno lei. La verità la troviamo provando,molte persone staranno bene, seguendo le varie diete, e non si può negare che molte persone guariscono e/o stanno meglio seguendo la dieta del dottor MOZZI:

Ciao, mi puoi contattare a questo indirizzo? laura.henriet@libero.it Mi interessa cio' che scrivi Grazie.

come guarire il mal di schiena materassi memory

Grazie all'accordo con Tecniche Nuove, le nuove edizioni delle nostre opere saranno disponibili anche per chi non vuole ordinare via Internet, comodamente in libreria. Sono già disponibili:

I NOSTRI SOCIAL NETWORK.

Per gli amici più affezionati, il gruppo dei nostri amici.

The new Firefox.

Fast for good.

Download Firefox — English (US)

Your system may not meet the requirements for Firefox, but you can try one of these versions:

Download Firefox — English (US)

Your system doesn't meet the requirements to run Firefox.

cartilagine integratori alimentari italiani

Molti personal trainer, invece, affermano che un soggetto sano può perdere peso più velocemente se conta 10.000 passi al giorno. In questo caso i chilometri da percorrere a passo più o meno sostenuto diventano sei.

Consigli.

Ecco qualche consiglio per chi vuole iniziare a dedicare un’ora al giorno a una salutare camminata.

E’ buona norma prima di iniziare la camminata, fare un paio di minuti di pre-riscaldamento sul posto aiutandosi con qualche esercizio di respirazione.

Iniziare a camminare a passo spedito per circa 15 minuti. Fermarsi e fare tre minuti di stretching. Ricominciare a camminare velocemente per altri 12 minuti. Fermarsi per eseguire tre minuti di esercizi cardio.

Ricominciare a camminare velocemente per altri 12 minuti. Fermarsi di nuovo per tre minuti di stretching. Negli ultimi venti minuti si ritorna a camminare a passo normale.

Dieta artrosi.

dolori ai gomiti e alle ginocchia pinguini wikipedia

Acido ialuronico: un aiuto per i dolori articolari e i traumi sportivi.

L'attività sportiva può provocare lesioni temporanee o permanenti alle cartilagini. Un valido aiuto viene dall'acido ialuronico.

Pratichi il calcio agonistico? Fai gare di ciclismo? Corri tutti i giorni? Potresti essere a rischio artrosi. Infatti, a causa di prolungati ed eccessivi sforzi fisici, l’attività sportiva può provocare danni alle cartilagini delle articolazioni sottoposte a maggiore carico, soprattutto le ginocchia, ma non sono esenti le anche, la colonna cervicale e lombare. Recenti studi hanno dimostrato che l’artrosi, se associata ad alcune pratiche sportive, può manifestarsi in età anche giovanile, tra i 35 e i 40 anni, rispetto all’età classica di insorgenza della malattia, in genere superiore ai 55 anni.

Ma quali sono gli sport che possono danneggiare le articolazioni se praticati in modo intenso, sia da professioni che da amatori? Eccone alcuni esempi:

il calcio è stato associato ad una maggiore incidenza di artrosi della caviglia, ma anche dell’alluce, detto “alluce rigido del calciatore”. Eventuali traumi subiti dal ginocchio, se non trattati, come ad esempio la rottura del legamento crociato anteriore, possono portare ad artrosi precoce di questa articolazione;

Ovviamente la passeggiata da sola non può fare miracoli, ma se abbinata a un regime alimentare sano, può dare davvero risultati inaspettati.

Per prima cosa dunque, è necessario cambiare stile di vita. Bisogna organizzarsi la giornata in modo da ritagliarsi almeno mezz’ora al giorno per passeggiate mattutine, serali o pomeridiane.

Se gli impegni sono tali da impedire il mantenimento di questo programma, si può concentrare la camminata in un paio d’ore due volte a settimana.

I benefici della camminata.

Camminare aumenta il ritmo del metabolismo e questo porta a consumare più calorie e bruciare più grassi.

Camminare è anche una delle attività più efficaci per ridurre il livello di stress, spesso una delle cause principali del sovrappeso.

Camminare aumenta l’efficienza del cuore. Infatti, il muscolo cardiaco è composto di fibre capaci di contrarsi per pompare sangue.

Durante le attività fisiche aerobiche a ogni suo battito il cuore mette in circolo più sangue e, quindi, più ossigeno. Ecco perché camminando, si ha una maggiore ossigenazione dei muscoli e degli altri organi.

dolori alle ossa rimedio per emorroidi

Valori Bassi.

Carenza di ferro Emodialisi Gravidanza Intervento gastrointestinale Malattia infiammatoria intestinale Malnutrizione Mestruazione Policitemia vera.

Valori Alti.

Anemia Artrite reumatoide Cirrosi Emocromatosi Emosiderosi Epatite Infarto Infezione Infiammazione Ipertiroidismo Leucemia Linfoma di Hodgkin Malattie renali Talassemia.

(Attenzione, elenco non esaustivo. Si sottolinea inoltre che spesso piccole variazioni dagli intervalli di riferimento possono non avere significato clinico.)

Fattori che influenzano l'esame.

Una carenza di ferro, con un valore di ferritina bassa, è abbastanza comune per le donne durante il flusso mestruale ed in gravidanza. Una recente biopsia del fegato può essere causa di aumento dei valori. Aumenta con l'età ed i livelli sono in genere più elevati negli uomini che nelle donne (ancora di più se assumono anticoncezionali). L'abbondante consumo di carne rossa può far aumentare le concentrazioni, che risultano invece diminuite nei soggetti vegetariani. Può aumentare nelle persone con in corso infiammazioni, malattie del fegato, infezioni croniche, malattie autoimmuni, e alcuni tipi di cancro. L'assunzione di integratori di ferro faranno aumentare sia i livelli di ferro stesso che la ferritina. L'abuso di alcolici può far aumentare i valori.

Quando viene richiesto l'esame.